Il rituale del bagno dall’antica tradizione giapponese ai giorni d’oggi

Durante l’estate la tonicità e il benessere della pelle sono messe a dura prova. Bagni di sole e salsedine favoriscono fenomeni di disidratazione, ispessimento cutaneo e perdita di morbidezza. Si può ritrovare il proprio splendore ispirandosi agli antichi rituali giapponesi.

In Giappone il rituale di pulizia viene preso talmente seriamente che nei quartieri storici sorgono bagni pubblici in cui è possibile non solo lavarsi, ma anche prendersi cura del proprio benessere, grazie alla presenza di vasche d’acqua calda e sorgenti termali.

SUZUKI_Swift_ShortArticles_2012_july_bath_06

Aperti fin dalle prima ore del mattino questi luoghi offrono l’opportunità a molti giapponesi di ritemprarsi a inizio e fine giornata, grazie a un corretto rituale quotidiano che:

migliora l’estetica della pelle;

ottimizza la microcircolazione;

favorisce un sonno tranquillo e profondo.

Oggi anche tu puoi ricreare la stessa atmosfera all’interno del tuo habitat e beneficiare così dell’effetto rigenerante che ti apporterà. Procurati solo pochi strumenti e un po’ di tempo per te stessa!

OCCORRENTE:

una spazzola di setole naturali per la schiena o un guanto di crine;

un  esfoliante e una pietra pomice per le zone ruvide dei gomiti e talloni;

un sapone profumato;

shampoo e crema idratante.

Step 1

Inizia lavandoti accuratamente dalla testa ai piedi, come fai abitualmente.

Utilizza un olio da bagno a base di argan o mandorle dolci per il corpo e uno shampoo non troppo aggressivo per i capelli: questo contribuirà a rendere subito la pelle liscia e setosa e i capelli luminosi.

Step 2

Dopo la fase di pulizia, passa alla fase relax immergendoti per qualche minuto nella vasca da bagno, che avrai provveduto a riempire con acqua calda.

Se hai solo la doccia, nessun problema. Potrai ricreare lo stesso rituale facendo scorrere l’acqua calda sul corpo, ricreando così un benefico “effetto cascata”. Il calore faciliterà l’apertura dei pori della pelle e la naturale idratazione.

drip-drop-of-water-wave-wet-large

Step 3

Insapona nuovamente il corpo con un sapone delicato e comincia a utilizzare la spazzola di crine o il guanto esfoliante per rimuovere in profondità le cellule morte, il grasso cutaneo e le tossine.

Se hai la pelle particolarmente grassa e impura usa saponi allo zolfo o formulazioni non troppo sgrassanti, questo ti aiuterà a mantenere la pelle pulita più a lungo. Se hai invece la pelle secca e sensibile ti consiglio di usare saponi all’olio d’oliva,  d’aleppo o al miele.

Step 4

Utilizza la pietra pomice per le aree più ruvide del corpo, talloni e gomiti. Per le gambe, braccia e schiena impiega invece uno scrub agli olii essenziali e infine immergiti nuovamente nella vasca per rilassarti e ritemprarti.

Un ottimo stratagemma consiste nell’aggiungere qualche goccia di olio essenziale all’acqua per sfruttare al massimo i benefici dell’aroma terapia.

L’olio essenziale al rosmarino per esempio è ideale per ricreare un rituale stimolante e tonificante, grazie al suo potere di infondere coraggio e forza di volontà.

L’olio essenziale alla lavanda ha invece una potente azione rilassante, distensiva e antinfiammatoria e risulta ottimale per i rituali serali, prima di coricarsi.

tra_la_lavanda

Step 5

Sciacquati infine con acqua fredda per restringere i pori e tonificare il corpo e idrata la pelle con un po’ di crema idratante a base di olio di cocco, argan, mandorle o oliva.

Questo accorgimento contribuirà a lasciarti la pelle luminosa, elastica e estremamente morbida al tatto.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto e ti possa regalare momenti di piacevole relax.

Condividilo con le persone che ami!

Ci vediamo al prossimo articolo……buon rituale a tutte!

 

 

Leave A Comment

Facebook FanPage